Warning: Use of undefined constant WPSEO_Frontend - assumed 'WPSEO_Frontend' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /home/edilizi6/public_html/wp-content/plugins/wp-security-hardening/modules/functions.php on line 45
Restauro conservativo appartamento - Edilizia Mangano S.r.l.

Restauro conservativo appartamento

Qui di seguito descritto come Edilizia Mangano S.r.l. ha svolto il lavoro

Restauro conservativo appartamento prima
Prospetto prima
Restauro conservativo appartamento dopo
Prospetto dopo

Descrizione interventi:

Vetustà e conseguente accentuata  umidità.

Demolizione dei pavimenti, rinforzo strutturale perimetrale con sottomurazione, formazione di vespaio e rialzo dei pavimenti stessi tramite igloo, rifacimento di nuova pavimentazione stile antico, demolizione degli intonaci marcescenti delle pareti, ricostruzione dello stesso a base di calce idraulica, coloritura delle pareti a calce. Restauro dei serramenti in legno.

  • Redazione di progetto;
  • L’appalto ha per oggetto l’esecuzione di tutte le opere, le somministrazioni e le forniture necessarie per la realizzazione dell’intervento di restauro/consolidamento” comprese la mano d’opera e la fornitura di materiali e mezzi, assistenza e prestazioni complementari finalizzate alla completa esecuzione delle opere contrattualmente definite e sinteticamente di seguito descritte: Opere per il recupero, restauro e consolidamento e dei tratti di mura afferenti al complesso architettonico; stabilizzazione del terreno ai margini del terrazzo soprastante e protezione del piede murario perimetrale. Le indicazioni del presente capitolato, gli elaborati grafici e le specifiche tecniche allegate forniscono la consistenza quantitativa e qualitativa e le caratteristiche di esecuzione delle opere oggetto del contratto
  • Tutti i ponteggi e le strutture provvisorie di lavoro dovranno essere realizzati in completa conformità con la normativa vigente per tali opere e nel rispetto delle norme antinfortunistiche
  • Le operazioni di preconsolidamento richiederanno maestria di messa in opera e, talvolta, potranno essere ripetute con tempi piuttosto lunghi così da permettere ai collanti utilizzati di fare presa (prima di iniziare i cicli di pulitura) pena la perdita di frammenti e scaglie originali. Questa procedura avrà una funzione esclusivamente preventiva e conservativa; a questo proposito, saranno da preferire adesivi deboli e chimicamente reversibili, ovvero quei prodotti che potranno essere sciolti nuovamente ed asportati facilmente o paste molto magre (rapporto legante inerte molto basso). Dovrà essere vietato effettuare qualsiasi procedura di preconsolidamento e/o utilizzo di prodotti, anche se prescritti negli elaborati di progetto, senza la preventiva esecuzione di campionature pre-intervento eseguite sotto il controllo della D.L.; ogni campione dovrà, necessariamente, essere catalogato ed etichettato; su tale etichetta dovranno essere riportati la data di esecuzione, il tipo di prodotto e/o le percentuali dell’impasto utilizzato, gli eventuali solventi e di conseguenza il tipo di diluizione (se si tratterà di emulsioni ovverosia miscele di due liquidi rapporto volume/volume) o di concentrazione (se si tratta di soluzioni cioè scioglimento di un solido in un liquido rapporto peso/volume) utilizzati, le modalità ed i tempi di applicazione. Nebulizzazione di miscele di silicato di etile La procedura (simile a quella descritta nell’articolo sul consolidamento mediante silicato di etile presenza di fenomeni di polverizzazione e decoesione della superficie lapidea e, si porrà come obiettivo quello di fissare temporaneamente il materiale. L’operazione consisterà nella nebulizzazione o, preferibilmente, nell’applicazione con pennello a setola naturale morbida di miscela d’esteri dell’acido silicico (silicato di etile) in percentuale variabile in ragione del supporto. In linea di massima potranno essere prese come percentuali di riferimento quelle normalmente utilizzate per il consolidamento per impregnazione abbassandole leggermente (in linea generale si potrà utilizzare una quantità paria a circa 400-500 g/m² per il consolidamento d’apparecchi in cotto, e 200-300 g/m² per superfici intonacate con malta di calce). Su superfici particolarmente decoese o in presenza di scaglie di pellicola pittorica sarà consigliabile interporre tra il pennello e il materiale fazzoletti di carta giapponese così da creare un filtro a protezione dell’azione abrasiva, se pur in minima parte, del pennello.
Open chat